03Sep/16
Monopattino elettrico

Monopattino elettrico prezzi

Impossibile conoscere i dettagli relativi a monopattino elettrico prezzi?  Se siete alla continua ricerca di un servizio professionale, vi accorgerete di non poter fare a meno di valutare le diverse proposte disponibili in commercio.  Per questo motivo vi accorgerete di non poter fare a meno di un servizio di vendita dedicato ai vostri desideri.

Per la prima volta, vi accorgerete di non poter fare a meno di un supporto speciale ed eccezionale.  Se siete alla continua ricerca di monopattino elettrico prezzi, basta effettuare una veloce ricerca online.

Soluzioni professionali e adatte a tutti

In quale modo ottenere le migliori proposte di monopattino elettrico prezzi? Online basta ricercare le offerte speciali che si adattano a voi  nella maggior parte dei casi, vi accorgerete di non poter fare a  meno di un dettaglio originale.

Pronti a ottenere un servizio speciale di vendita?  Provate a ricevere tutte le offerte speciali di Amazon e vi accorgerete di non poter fare a meno di un servizio rapido e completo per tutti voi.  Il monopattino viene apprezzato da grandi e piccini e di conseguenza, troverete sempre le migliori offerte su misura.

Il costo del monopattino elettrico prezzi

Trovare il monopattino elettrico prezzi ridotti ai giorni nostri è molto semplice, infatti, le proposte del settore sono diventate tantissime e vi aiuteranno a vivere mille garanzie ufficiali che non deludono nessuno di voi.

Avete voglia di accedere a tutte le proposte complete e mai considerate sino ad ora? Questo è il momento migliore di ottenere un supporto di vendita alla portata dei vostri gusti.  Le scelte sono tantissime e nella maggior parte dei casi, vi accorgerete di non poter fare a meno di un servizio su misura per i vostri desideri di libertà e costi ridotti.

Non sapete in quale modo accedere alle scelte migliori?  Non vi resta che ottenere un servizio a basso costo.

09Apr/16
218

Materassi memory : tutto dipende dal marhio che si sceglie

I materassi in memory stanno sempre più prendendo piede e le persone iniziano ad apprezzarli. Il materiale utilizzato per realizzarlo, originariamente veniva impiegato dalla Nasa per realizzare delle tute confortevoli agli astroauti infatti è in grado di uniformare la temperatura, adattarsi al corso ed ovviamente a donare un comfort appagante.

Il materasso in questione riesce a non perdere mai la sua forma e si adatta ad ogni tipo di corporatura. Insomma tutto davvero interessante ma andiamo a vedere insieme i materassi memory prezzi, leggermente più consistenti rispetto ad un materasso standard.

Materassi memory: struttura, vantaggi e svantaggi

I memory vengono strutturati su diversi strati e l’ultimo che appoggia sulle doghe è realizzato con il poliuretano espanso (materiale essenziale per evitare che il materasso si deformi col passare del tempo) mentre lo strato superiore è realizzato con materiale visco-elastico; ottimo per renderlo super traspirante ed adattabile ad ogni stagione.

Questo materasso deve essere scelto se si hanno problemi con il sonno oppure se si hanno dei problemi alla circolazione in quanto riescono ad adattarsi perfettamente al corpo eliminando i punti di pressione. Importante è specificare che sono anallergici, traspiranti e antiacaro. L’unico svantaggio che si può riscontrare con i memory è il non poter utilizzare delle termocoperte né tanto meno degli elementi riscaldanti perché potrebbero rovinare il materasso.

Prima di acquistare un materasso in memory è bene specificare che più strati ci sono e migliore sarà il comfort. Per questa ragione i prezzi dei materassi in memory partono da un minimo di 400 euro sino ad un massimo di 1500 euro (le società che si occupano di produrre questi particolari materassi sono molteplici). Di solito per avere un buon memory la spesa media è di circa 800 euro, anche se potremmo pagarlo meno grazie ad alcune offerte.

Una volta acquistato basterà avere alcune accortezze come essere girato di tanto in tanto invertendo la posizione testa-piedi.

02Apr/16
ph-silk-epil-7-dual-7891-feat-skin-experience-it

Anche gli uomini si epilano!

Questo razzismo nei confronti di un uomo che compra un semplicissimo silk epil mi dà fastidio! Sono andato a comprarlo ieri, la commessa mi ha detto quaranta volte che questo modello la sua compagna lo apprezzerà moltissimo, alla fine le ho detto che serviva a me: mi ha guardato come se avesse visto un alieno!

Non avevo voglia di spiegarle che, siccome faccio il ciclista e occasionalmente poso come modello, mi serve avere qualcosa per estirpare peli antiestetici. Meglio la ceretta o l’epilatore? Ora che le ho provate tutte e due, meglio l’epilatore, senza pensarci neanche mezza volta.

Le ho detto di volerne un modello wet & dry perché mi piacerebbe utilizzarlo sotto la doccia. Mi ha guardato ancora peggio. Scusami, ragazza mia cara, siamo nel 2015, il mondo va a rotoli, c’è la crisi, c’è l’inquinamento, e tu ti scandalizzi per un ragazzo che vuole comprare un epilatore? Ma andiamo!

Sarebbe un interessante esperimento sociale da fare, prendere un campione di ragazzi e mandarli nei centri commerciali a terrorizzare – o forse meglio dire a scandalizzare – commessi di negozi o reparti di elettrodomestici chiedendo cose tipicamente femminili. Anzi, potrei lanciarlo io stesso un progetto o proporre al mio fotografo di fare un set improntato su questo tema.

Un bel set fotografico dove mi vesto di rosa, mi metto l’asciugamano in testa e la maschera sul viso e in cui tengo l’epilatore, rigorosamente rosa, in mano. E magari anche una piastra attaccata alla corrente e pronta a lisciarmi i capelli!

23Mar/16
nanna

Notizie inaspettate

Sono appena tornata dall’ospedale dove ho ritirato le mie analisi: sono incinta. Non ci posso ancora credere, sono al settimo cielo e quando l’ho detto al mio compagno per poco non sveniva. Entrambi avremmo sempre voluto avere un bambino, poco ci è sempre importato del sesso, abbiamo sempre voluto avere un piccolo da crescere in salute, forte e felice.

Ora ci si sono aperte un sacco di porte davanti, dobbiamo preparare tutto per la nascita, per lui, per la sua stanzetta. Per prima cosa voglio andare a vedere qualche vestitino, lo prenderò unisex, intanto, così quando nascerà non ci sarà il rischio di averne preso uno da femminuccia per un maschietto e viceversa.

Poi dobbiamo andare a scegliere il fasciatoio, lo voglio con vaschetta inclusa perché vidi una mia amica fare il bagnetto al suo nipotino e me ne sono innamorata.
Inoltre voglio acquistare anche una borsa fasciatoio da usare quando sono fuori casa nel momento del bisogno.

Dobbiamo anche iniziare a pensare ai nomi, sia maschili che femminili. Se fosse una bambina vorrei chiamarla Anita, il nome di mia nonna che purtroppo non c’è più; se fosse un maschietto a me piacerebbe Diego o Flavio, due nomi che mi danno una splendida sensazione e che so potrebbero essere ideali per il mio piccolino.

Devo ancora dirlo ai miei genitori, sicuramente rimarranno sconvolti del fatto che presto diventeranno nonni. Pensavo di fargli un biglietto con scritto lo avete chiesto tanto, eccovi accontentati, con, magari, un disegno carino che dica bambino in arrivo.

È incredibile riflettere su quanto la vita possa cambiare in maniera così repentina da un istante all’altro. Ed è bellissimo sapere che è cambiata in meglio.

23Feb/16
sedia

Maledette ruote

Ieri sera ero arrivata all’ultima puntata di una delle mie serie preferite del momento, me la stavo beatamente godendo davanti al pc con una tazza di latte caldo, nel frattempo chattavo con una mia amica con la quale facevo la telecronaca in diretta. S

eguo molte serie, ma difficilmente mi sono sentita così vicina a un personaggio, al punto da rivedermici completamente in ogni sua azione. Potenzialmente avrei potuto diventare il personaggio di questa serie, se avessi avuto dei super poteri, quindi probabilmente mi ci sono affezionata così tanto per questo motivo.

Ero seduta, mancavano 10 minuti dalla fine quando a un certo punto, facendo un movimento brusco a causa di una scena di azione, sento un rumore metallico. Tutto a un tratto mi sento avvicinare troppo velocemente al pavimento, morale della favola: mi si era rotta la sedia proprio sul più bello. Ok che era vecchia e dovevo cambiarla, ok che ho preso un paio di kg durante le feste, ma proprio in quel momento doveva decidere di collassare?

Mi sono persa un preziosissimo minuto che ho prontamente recuperato, finendo così di guardare l’episodio conclusivo. Neanche mi sono accorta del dolore all’osso sacro che oggi mi sta martoriando l’anima. Ora non so se ricomprare una nuova sedia ufficio o se provare a riparare la mia. Ok che volevo cambiarla, però ho appena ricomprato il cellulare nuovo e non ho intenzione di spendere un centinaio di euro per una sedia. Che poi ci lavoro, io, col computer quindi me ne serve una buona, che si traduce con dispendiosa.

Ho visto che mi sono procurata un bel livido viola intenso su tutta la schiena, evidentemente la botta deve essere stata più grande di quanto pensassi. Per fortuna non ho versato il latte sul computer, altrimenti sì che sarebbe stato un bel problema.

18Feb/16
regalo-uomo

Un regalo inaspettato

E’ da poco passato il mio compleanno e ho ricevuto un regalo che proprio non mi sarei mai aspettata: un abbonamento in palestra!
Fino a un paio di anni fa ero un’obesa patologica, mi sono dedicata all’home fitness e sono riuscita a tornare al mio peso forma con molta fatica e tanta, tanta costanza.

È stata dura perché di chili da perdere ne avevo un sacco, ma con la giusta motivazione sono riuscita a venirne fuori. Non è sempre stata in discesa, la strada, anzi, direi proprio il contrario. Pesando parecchio non ho potuto fare saltelli e cose di questo tipo per un bel po’, altrimenti avrei rischiato di giocarmi le giunture delle ginocchia.

Insomma, a forza di sudare e sudare ce l’ho fatta. Mi sono trovata, tra i regali, una borsa palestra della quale non capivo, inizialmente, cosa dovessi farci. Il bello di allenarsi in casa è proprio il non dover preparare borse e borsette per allenarsi, è tutto a portata di mano e pronto all’uso.
Dentro la borsa, però, c’era un biglietto gigante dove i miei più cari amici mi auguravano buon compleanno. Oltre a ciò, un ennesimo biglietto mi comunicava che presso la palestra proprio sotto casa mia c’era un abbonamento che mi attendeva…per un anno intero!
Non ci posso credere, per un anno ho tutto pagato, non devo preoccuparmi di niente se non di migliorare ulteriormente il mio corpo e continuare con il mio percorso.

Era già da un po’ di tempo che riflettevo sul da farsi, avrei desiderato dedicarmi alla palestra vera e propria ma economicamente non sono proprio molto stabile, diciamo così. I miei amici, invece, hanno deciso di farmi esaudire questo ennesimo sogno, sono felicissima. Ora è tempo di shopping sportivo, ennesimo motivo in più per essere ancora più felice!

18Feb/16
bambino

I nonni sono i migliori

I genitori di mia moglie ci hanno regalato un baby monitor Angelcare e gliene siamo veramente grati. Ci avevano invitato a cena da loro qualche tempo fa, per vedere il bambino, e ci avevano chiesto se gli servisse qualcosa. Ovviamente ha già tutto, ma mia moglie ha ammesso di aver sempre voluto uno di questi dispositivi perché la fanno sentire molto più tranquilla.

Ovviamente a casa abbiamo un monitor per bebè classico, ha anche un’applicazione per lo smartphone che abbiamo potuto scaricare gratuitamente una volta acquistato il dispositivo, che ci permette di guardarlo in ogni momento. Anche i nostri genitori possono farlo quando lo desiderano, si devono solo collegare al sito o all’applicazione dedicata.

Insomma, questo nuovo monitor per il nostro piccolino è ancora più interessante, ha un sistema di allarme che avverte se smette di respirare, suonando molto forte in modo da svegliare i genitori che dormono.
Siccome il bimbo ha qualche problemino alle vie respiratorie, per fortuna niente di grave e che si risolverà con la crescita, ci è sempre interessato molto come acquisto da fare.

Insomma, la scorsa domenica eravamo a cena da loro e ci hanno dato due pacchetti. In uno c’era una tutina per il piccolo, caldissima e comodissima per l’inverno, nell’altra c’era la scatola contenente Angelcare.
Non ce lo aspettavamo, ho dei suoceri che definire meravigliosi sarebbe troppo poco, nonostante di solito tutti si lamentano dei genitori di lei io non posso far altro che dire grazie, anche a nome di mio figlio.